Indietro

Oltre 800mila euro per l'area archeologica

Da tempo il Comune, con all’Accademia Etrusca, è impegnato in un lungo progetto di recupero e riordino dell’immenso patrimonio archeologico cortonese

CORTONA — Nei mesi estivi è giunta ufficialmente la comunicazione da parte della Regione Toscana del primo stanziamento di 869 mila euro, proprio destinati a Cortona.

Naturalmente Cortona fa parte di un progetto regionale complessivo molto più ampio di ben cinque milioni con un obiettivo preciso: valorizzare in modo integrato musei, aree archeologiche e territori dell'immaginario triangolo etrusco di Volterra, Cortona e Populonia.

La Giunta Regionale Toscana ha dato il via libera alla firma di un accordo a quattro tra Regione Toscana e le tre amministrazioni comunali coinvolte: biglietti per favorire visite multiple, eventi coordinati, percorsi che si intersecano e poi mappe cartacee e digitali e un sito web unico, con uno storytelling complementare sulla grande cultura etrusca e un'app da smartphone per proporre strade poco conosciute ma ricche di storia.

Nel caso dell'accordo tra Cortona, Volterra e Piombino, che prevede la creazione di un museo diffuso dedicato agli Etruschi, i 5 milioni saranno alla fine equamente ripartiti tra i tre territori.

Al momento per Cortona si parte però con interventi, preliminari e strutturali, che riguardano il MAEC per cui sono previsti un nuovo impianto di condizionamento, la sostituzione dell'illuminazione per ottimizzare i consumi e l'estensione del wi-fi a tutte le sale (costo 462 mila euro), la realizzazione della copertura della tomba 1 del Tumulo II del Sodo (300 mila euro)

La Regione Toscana partecipa, con risorse europee del Por Fesr, con poco meno di 609 mila euro: il 30 per cento che rimane sarà a carico delle amministrazioni comunali.

Il 30 settembre è prevista una importante iniziativa a Cortona dove verranno inaugurate le nuove installazioni dentro il MAEC, con il posizionamento delle decorazioni scultoree del monumentale altare del Sodo, trasportato proprio dentro il museo, che verrà sostituito con una copia esatta, così da poterlo proteggere dalle intemperie.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it