Indietro

Parricidio, Giacomo potrebbe tornare in carcere

Giacomo, il 18enne di Lucignano che a febbraio scorso uccise il padre con un colpo di fucile, potrebbe tornare in carcere

LUCIGNANO — Il tribunale del Riesame di Firenze si riserva di decidere se Giacomo, il 18enne che a febbraio scorso uccise il padre con un colpo di fucile nella loro villetta di Lucignano, deve tornare in carcere o restare nella casa famiglia di Prato dove si trova al momento. 

A chiedere il ritorno in carcere del 18enne Giacomo Ciriello è il pm Laura Taddei che aveva presentato appello contro la concessione dei domiciliari da parte del Gip Annamaria Loprete.

L'avvocato di Giacomo, Stefano Del Corto, chiede la conferma dei domiciliari che a suo giudizio sono pena restrittiva adeguata, non sussistendo il pericolo di una reiterazione del reato nei confronti della madre che peraltro vive a Monte San Savino e quindi a un centinaio di chilometri di distanza. 

Di parere opposto è però il pm Laura Taddei per la quale invece il rischio di reiterazione sussisterebbe. Il provvedimento del Riesame dovrebbe essere reso nei prossimi giorni.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it