Indietro

Fusione Torrita-Montepulciano a confronto con Anci

La commissione per lo studio di fattibilità della Fusione tra Montepulciano e Torrita si riunirà insieme all'Anci per lo studio di omogeneità

TORRITA DI SIENA — Seduta congiunta tra la commissione speciale per lo Studio di fattibilità della Fusione tra i comuni di Montepulciano e Torrita di Siena. Le due commissioni si riuniranno per un confronto con Anci Toscana e per individuare gli argomenti e l’impostazione dello studio di omogeneità la cui bozza non è stata approvata nella precedente seduta.

Le due commissioni, singolarmente o congiuntamente, insieme agli studi che Anci Toscana elaboreranno il percorso conoscitivo delle due comunità che sarà portato avanti da Eubios che servirà a verificare l’effettiva fattibilità della ipotizzata fusione.

"E’ importante che si sappia che solo in caso di parere favorevole di entrambe le commissioni sarà attivato l’iter per la richiesta di referendum presso la Regione Toscana mentre nel caso opposto i lavori si concluderanno senza procedere oltre" - spiega Roberto Trabalzini presidente commissione speciale.

Atra importante puntualizzazione da fare riguarda l’eventuale richiesta di referendum consultivo. Entrambi i consigli comunali hanno deliberato che l’unico strumento referendario che sarà adottato, dovrà prevedere che solamente se il 50%+1 dei cittadini di Torrita di Siena ed il 50%+1 dei cittadini di Montepulciano voteranno in maniera favorevole, si potrà procedere con la fusione.

"E’ quindi evidente la volontà di entrambe le amministrazioni di adottare uno strumento il più possibile garantista delle volontà e delle aspettative delle due popolazioni coinvolte. Ed è altrettanto chiaro che, nell’eventualità che la Regione Toscana rigettasse la richiesta con le percentuali prospettate, non verrà dato seguito al progetto di fusione" - prosegue Trabalzini.

A partire dalle prossime settimane quindi prenderà il via la parte più sostanziale ed impegnativa del lavoro delle due commissioni, con verifiche, studi e analisi sull’omogeneità e le peculiarità socio-economico-territoriale delle due cittadine viste nel loro insieme.

"Per la rilevanza e la delicatezza degli argomenti trattati sarà fondamentale la massima armonia, il rispetto delle regole e la fattiva collaborazione tra tutti i membri delle commissioni speciali. La “leggerezza” commessa dal consigliere torritese Vestri, che ha diffuso l’elaborato di Anci Toscana allegato alla convocazione, prima ancora che venisse discusso, verificato ed approvato (elaborato che poi non ha ricevuto l’approvazione a causa della incompletezza, dell'evidente presenza di errori e per la carenza di informazioni esplicative della composizione di grafici e tabelle) siamo certi sarà il primo ed ultimo episodio destabilizzante degli equilibri e della coesione all’interno delle commissioni speciali" - dice Trabalzini.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it