Indietro

Del Tongo, sindacati e azienda botta e risposta

La crisi dell'azienda è inziata nel 2010 e da allora i lavoratori hanno dovuto accettare i sacrifici per poter sostenere la ripresa e il rilancio

CIVITELLA IN VALDICHIANA — I dipendenti hanno accettato ritardi sui salari, tagli ed hanno accumulato l’equivalente di tre mensilità arretrate che saranno pagate in diffusione nei 12 mesi del 2015. Nonostante questo la Del Tongo ha inviato, senza preavviso una raccomandata con la quale annunciava la decisione di non far più fronte agli accordi integrativi aziendaali.



"E’ un colpo alle spalle che non riconosce ai lavoratori né i sacrifici fatti né la buona volontà dimostrata – dicono i sindacati di categoria Fillea, Filca e Feneal- Ricordiamo che attualmente, a fronte di 40 addetti al lavoro, ce ne sono 100 in cassa integrazione e questo ammortizzare sociale scadrà ad aprile. La situazione del mercato continua ad essere negativa e così facendo, l'azienda, si sta dimostrando inaffidabile. Abbiamo quindi chiesto un incontro con i Commissari per avere spiegazioni sulla disdetta dell'integrativo e chiarimenti sul futuro dell'azienda".

L’azienda, dal canto suo, vorrebbe incontrare le rappresentanze sindacali per rivedere gli accordi al fine di individuare una integrazione contrattuale in linea con l'attuale situazione economico-finanziaria dell'azienda.

“Non comprendiamo – dice l’azienda - l'accanimento da parte delle rappresentanze sindacali. Ci stupisce questo intervento verso una società che nel territorio si è sempre adoperata per garantire la continuità aziendale. Attraverso l'utilizzo degli ammortizzatori sociali, non abbiamo mai sacrificato la tutela dei dipendenti e non intendiamo farlo. Ci preme ricordare che l'azienda si sta attivando assieme agli stessi sindacati per ricorrere all'utilizzo degli ammortizzatori dopo la scadenza di aprile, e che i risultati economici dell'azienda sono pienamente in linea con il piano industriale. Inoltre, a noi non risulta che i nostri dipendenti, i nostri clienti o collaboratori ci ritengano "innaffidabili".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it