Indietro

Crac Etruria, via a processo con 2400 parti civili

Si sono costituiti anche il Comune di Arezzo (che presenta anche una richiesta di danni di immagine) e la vedova di Luigino D'Angelo

AREZZO — Si apre oggi al tribunale di Arezzo il maxi processo per il crac di Banca Etruria. Sono circa 2400 (tra risparmiatori e azionisti) le richieste di costituzione di parte civile accolte dal gup.

Tra le nuove richieste di costituzione di parte civile c'è quella della vedova di Luigino D'Angelo, il pensionato di Civitavecchia suicida il 28 novembre 2015, ma anche quella del Comune di Arezzo, che presenta anche una richiesta di danni anche di immagine. 

Nessuno dei 25 imputati era presente oggi in aula. La prossima udienza è fissata per venerdì 19 aprile. In quella data vengono esaminate le nuove richieste di parte civile. 

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it