Indietro

'Controlli anti-abusivismo esempio per i Comuni'

Presidente Confcommercio Toscana Anna Lapini

La presidente Confcommercio Toscana Lapini si complimenta con il sindaco Agnelli e l'assessore Milighetti per gli agriturismi irregolari scoperti

CASTIGLION FIORENTINO — Nei giorni scorsi, tramite una ricerca su google Earth, è emerso che una decina di strutture, più di 30 quelle controllate, non avevano rispettato l’obbligo di registrazione degli ospiti nel sito della Questura di Arezzo, obbligo necessario ai fini della sicurezza del territorio e previsto dal testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

"I controlli anti-abusivismo messi in campo dall’Amministrazione Comunale di Castiglion Fiorentino dovrebbero essere additati come esempio di buona prassi da seguire per tutti gli altri Comuni" - ne è convinta la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini, che ha scritto al sindaco Mario Agnelli e all’assessore alle attività produttive Devis Milighetti congratulandosi per i brillanti risultati ottenuti nei giorni scorsi con la scoperta sul territorio delle strutture ricettive completamente abusive.

La presidente della Confcommercio Toscana mette poi in rilievo la tipologia altamente creativa ed innovativa delle azioni di controllo portate avanti dalla comandante della Polizia Municipale Manuela Valli, che hanno permesso di intercettare le false strutture attraverso Google Earth ed una ricognizione delle piscine presenti nelle campagne. 

“Immagino che non sia facile adottarle, con la carenza di risorse e di personale con le quali molte Amministrazioni hanno a che fare. Senza considerare che è certamente più facile fare multe per un divieto di sosta o controllare i negozi regolari aperti sulla strada, che costruire un impianto investigativo del genere, ma che si possa fare ce lo ha dimostrato bene il Comune di Castiglion Fiorentino. Anzi: i Comuni non solo possono, ma devono farlo, a tutela della legalità e degli imprenditori che onestamente, tra mille difficoltà, ogni giorno portano avanti il proprio lavoro rispettando le normative e mettendoci la faccia" - spiega Lapini.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it