Indietro

Lista 'Possiamo' aderisce a Orgoglio Comune 2017

Possiamo Sinistra per Chiusi aderirà alla manifestazione nazionale di Torrita del 23 settembre per ribadire il proprio orientamento sulle fusioni

CHIUSI — "Come gruppo Possiamo Sinistra per Chiusi, riteniamo impensabile risolvere la situazione di difficoltà finanziaria dei Comuni con le fusioni. Crediamo anzi che queste possano compromettere l’autonomia comunale, la rappresentatività popolare e la partecipazione. Limare la rappresentatività popolare è un grave errore, soprattutto in un periodo di crisi dei valori, in cui è forte il distacco dei cittadini dalla politica, grandi la rassegnazione e la sfiducia. Non si possono ritenere una spesa inutile né la democrazia, né, tantomeno, la vicinanza di un istituzione come il comune ai cittadini. Non è, pertanto, opportuno parlare di risparmio economico in questo senso. Come al solito, ci troviamo di fronte all’ennesimo intervento propagandistico e demagogico che preme sul “risparmio” e sullo “snellimento burocratico”, cavalli di battaglia, ormai logori del segretario Renzi. Dobbiamo, a questo proposito, fare attenzione: spesso la grande struttura significa aumento della burocratizzazione, degli sprechi e calo dell’ efficienza, rischiando di allontanare i cittadini dalle scelte, territoriali" - è con questa motivazione che la Lista Possiamo per Chiusi ha deciso di aderire alla manifestazione nazionale del 23 settembre contro la fusione dei Comuni di Torrita di Siena e Montepulciano.

"I Comuni rappresentano le istituzioni democratiche di maggior prossimità, più vicine alle persone. Spesso nei piccoli comuni i Municipi sono un fondamentale punto di riferimento per gli abitanti. Sui comuni dovremmo investire di più, anziché smantellare il sistema delle autonomie locali. Nell’avanzare simili e improvvisate proposte intravediamo l’evidente incapacità del PD e dei suoi dirigenti, che governano quasi tutti i comuni della Valdichiana, di affrontare i problemi reali del territorio; un territorio in cui sono divenuti problemi insostenibili la gestione delle strade, l’ammodernamento delle infrastrutture, il sostegno ad un sistema economico in assoluto declino e il mantenimento dell’efficienza di fondamentali servizi socio–sanitari che trovano funzionalità solo ricorrendo al privato" - spiega la Lista Possiamo

"Con la progressiva perdita di rilevanza delle province è urgente ragionare su un processo politico-istituzionale condiviso e unitario della Valdichiana e non promuovere improvvise e improvvisate fusioni, calate dall’alto per altri fini. Sarebbe necessario rafforzare strutture di coordinamento intercomunale per organizzare i servizi pubblici in maniera omogenea ed efficiente e per riprogrammare una progettazione in settori essenziali come la viabilità, in particolare l’ammodernamento della sp 326 per il collegamento con Nottola. Possiamo Sinistra per Chiusi intende contribuire ad aprire un vero dibattito sul futuro della Valdichiana a fronte de cambiamenti normativi e istituzionali che condizioneranno l’assetto e le prospettive dell’intero territorio" - conclude Possiamo.

Alla manifestazione 'Orgoglio Comune 2017' prenderanno parte l’Associazione Nazionale Piccoli Comuni Italiani, i Comuni Dimenticati, l’agenzia di stampa “Agenzia Impress”, il Comitato NO Fusione Torrita di Siena – Montepulciano, La Società dei Territorialisti, Rossano Pazzagli (Università del Molise), Simone Rimondi (Consigliere Comunale di Valsamoggia – BO), e i Sindaci Marco Buselli (Volterra – PI), Giuliano Parodi (Suvereto – LI), Nicola Verruzzi (Montieri – GR), Fabio Roncella (Montegabbione - TR), Gianfilippo Mignogna (Biccari – FG) invitano i Comuni Italiani

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it